I numeri che parlano: il bilancio di esercizio diventa (finalmente) comunicazione “potente”

Pubblicato il Pubblicato in Economia, Innovazione

Chi è, di che cosa si occupa e come opera un’azienda? E poi ancora: in che stato di salute si trova? Domande chiave, ma le risposte? Dove trovarle? Avere tra le mani un documento aziendale e non poterne cogliere il senso è davvero fastidioso, oltre che frustrante. A maggior ragione quando ci si può trovare di fronte a una decisione da prendere, magari in tempi brevi.

Rispetto ad alcuni anni fa la situazione è decisamente migliorata e l’iniziativa della Fondazione dei Dottori Commercialisti di Rimini di domani è da accogliere con grande interesse anche sulla base di una prospettiva futura che veda commercialisti, esperti contabili e comunicatori d’impresa collaborare ancora di più.

Il bilancio d’esercizio, come si potrà leggere nelle dichiarazioni che seguono, è certamente un documento tecnico e cogente, ma è anche una straordinaria occasione per comunicare con una molteplicità di soggetti, interni ed esterni all’azienda.

“Il bilancio dell’esercizio è da interpretare come un potente mezzo di comunicazione esterna d’impresa”. Sintetizza così il prof. Giuseppe Savioli, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Rimini – che aggiunge l’aggettivo “potente” rendendo la dichiarazione del ancor più significativa. Tutto questo alla luce del convegno “Il bilancio dell’esercizio 2017 alla luce delle prevedibili modifiche ai principi contabili nazionali” che si svolgerà domani martedì 19 dicembre a Rimini al Centro Congressi SGR (dalle 15.00 alle 18.00) organizzato dalla Fondazione e dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Rimini, con il sostegno di Banca Carim.

“Il convegno affronta il tema del bilancio di esercizio – aggiunge il prof. Giuseppe Savioli – ossia della comunicazione esterna d’impresa. Il bilancio è spesso visto dagli imprenditori come un onere a cui sottostare, un fastidioso adempimento di cui farebbero volentieri a meno. Una interpretazione moderna del bilancio dovrebbe, invece, inquadrarlo come un potente mezzo di comunicazione esterna d’impresa. Con il bilancio, infatti, l’impresa “parla” alle banche, ai fornitori, ai clienti, ai dipendenti, ossia a tutti coloro che sono interessati alla sua esistenza invita ed alle sue prospettive future”.

Il tema, tuttavia, non è solo: farsi capire. C’è il tema strategico della trasparenza e della responsabilità sociale d’impresa. Le aziende che hanno ben compreso gli scenari attuali e futuri, fanno più che bene a diffondere, oltre ai documenti previsti per legge, anche altri tipi di rendicontazioni come ad esempio bilancio sociale e bilancio ambientale.