Previdenza, riflettori sui PEEP: che cosa sono e come funzionano i fondi pensione con il “passaporto UE”

Pubblicato il Pubblicato in Economia&Finanza

Di previdenza si parla, sempre di più. Non poteva quindi mancare alla prossima edizione del Salone del Risparmio (Milano 2-3-4 aprile 2019) un focus sui PEPP (l’acronimo sta per Pan European Pension Product), il nuovo prodotto che andrà ad arricchire il panorama della previdenza integrativa europeo che ha già seguito un “lungo” percorso in Commissione europea già ufficializzato nel 2017 con una proposta di regolamento. Un atto, si legge in un articolo sul sito del Salone del Risparmio, che “nasce con l’obiettivo di creare un mercato unico previdenziale, incoraggiando i Paesi membri dell’Unione a riservare a questi nuovi strumenti lo stesso trattamento fiscale concesso ai prodotti nazionali analoghi. In questo modo prende il via il processo di costruzione di un vero terzo pilastro, uno strumento fondamentale per assicurare ai cittadini europei pensioni sicure, adeguate e sostenibili”. 

In quanto “regolamento” sarà immediatamente esecutivo in tutta Europa senza la necessità di un recepimento da parte della normativa nazionale.

Assogestioni farà il punto con un appuntamento specifico giovedì 4 aprile dalle 9:30 alle 11:15 presso la Sala White2 del Mico Milano Convention Centre per la conferenza dal titolo “Risparmio, previdenza, mobilità, Europa. In una parola: PEPP.” L’intervento di apertura è affidato alla Direttrice del settore fiscale di Assogestioni Arianna Immacolato. A seguire, si alterneranno sul palco dei relatori Nicola Mango (Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia), Ambrogio Rinaldi (COVIP), Marco Iuvinale (Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia) e Chiara Sandon (Efama).